Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi."
    (Don Tonino Bello)
  • "Il tempo è superiore allo spazio. Dare priorità al tempo significa occuparsi di iniziare processi, più che di possedere spazi"
    (Evangelii Gaudium)
  • "E' il filo di un aquilone, un equilibrio sottile, non è cosa ma è come , E' una questione di stile"
    (Nicolò Fabi “è non è”)
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi." (Don Tonino Bello)
  • Promuovere la testimonianza della carità, lo sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. "
    (Statuto Caritas Italiana)

"...Vengo anch'io! no, tu no!"

Si è concluso da poco il progetto "Vengo anch'io! no, tu no!" nelle classi quarte dell'I.S.I.S Sismondi-Pacinotti - Liceo artistico Berlinghieri - Ist. tecnico Ferrari di Pescia, voluto dalla Commissione Educazione alla Salute della scuola e realizzato da Caritas diocesana, nell'ambito delle attività di sensibilizzazione rivolte ai giovani.

Antonino Ruggiero, operatore sociale e referente area giovani Caritas, ha incontrato circa 200 ragazzi, ai quali ha proposto un percorso di riflessione sui temi dell'immigrazione e dell'integrazione.

Il ringraziamento alle professoresse Brancoli, Creati e Giuliani che hanno contattato Caritas per realizzare questo progetto.

 

Alimenta la solidarietà nei supermercati Coop.Fi

Sabato 16 ottobre si è svolta la ormai consueta raccolta alimentare organizzata da Fondazione il Cuore si scioglie, in collaborazione con Caritas Toscana e tante altre associazioni solidali, nei punti vendita Coop.fi della nostra regione: hanno partecipato ben 73 supermercati e sono state raccolte in totale 146 tonnellate di prodotti di prima necessità destinate a famiglie in difficoltà.

Al punto vendita Coop di Via Biscolla (ex Ipercoop) Caritas diocesana ha presenziato tutta la giornata, coordinando ben 9 realtà caritative fra parrocchie e associazioni: parrocchie di Montecatini Terme (San Francesco, Santa Maria Assunta, Sant’Antonio e Corpus Domini) , il monastero delle benedettine di Montecatini Alto, la parrocchia di Santa Rita di Margine Coperta, l’Ass. Amore e vita, Cisom – corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, la Misericordia di Pieve a Nievole. Sono stati circa 30 i volontari che si sono alternati per tutto l’orario di apertura del supermercato: fra questi, i neo servizio-civilisti di Caritas diocesana, giovanissimi che hanno scelto di dedicare un anno della loro vita al servizio della comunità.

In totale sono stati raccolti qui 1895 kg di alimenti a lunga conservazione, in prevalenza pasta, riso, olio, farina, pelati, legumi, latte, tonno, zucchero, biscotti, prodotti dell'infanzia.

Dopo lo stoccaggio in scatoloni direttamente in loco, i prodotti sono stati momentaneamente immagazzinati presso la parrocchia di Sant’Antonio a Montecatini. Entro giovedì 28, Caritas diocesana provvederà a suddividere la quantità di alimenti e distribuirli, in base al numero di assistiti, alle parrocchie e associazioni che hanno collaborato alla raccolta, le quali settimanalmente consegnano pacchi alimentari alle famiglie del nostro territorio che presentano difficoltà economiche.

“Rispetto alle ultime raccolte alimentari, abbiamo avuto l’impressione di un numero ridotto di persone che si sono recate a fare la spesa, ma nonostante ciò la comunità ha reagito con l’ormai consolidata solidarietà” afferma Rossana Falvella, operatrice Caritas impegnata nell’organizzazione della raccolta “La maggioranza delle persone che abbiamo interpellato all’entrata del supermercato, all’uscita ci ha donato qualcosa, anche fosse un solo pacco di pasta.”

“Il ringraziamento della Caritas diocesana va alla Fondazione il cuore si scioglie e alla sezione soci Coop Valdinievole per fornire questa importante opportunità e per il sostegno fornito nell’organizzazione” dichiara la direttrice Maria Cristina Brizzi “Ma il ringraziamento più grande è dovuto sia ai volontari che si impegnano in queste giornate di raccolta sia alla cittadinanza che partecipa sempre con molta generosità.”

Sul nostro territorio, hanno partecipato anche il negozio di Borgo a Buggiano, presenziato dal gruppo “Banco Solidale” della locale Pubblica Assistenza, dove sono stati raccolti 1680 kg, e il punto vendita di Monsummano Terme, presenziato dalle Caritas parrocchiali Fontenova e Cristo Redentore, dove sono stati raccolti 1085 kg. In totale, dunque, nella nostra diocesi sono stati donati 4660 kg di generi di prima necessità: segno di una comunità solidale che risponde sempre in modo positivo agli appelli di aiuto.

La Bosnia in Toscana

Nonostante i limiti ancora in corso causa pandemia, quest'anno riprendiamo il nostro gemellaggio Toscana-Bosnia, attraverso un'iniziativa dedicata ai giovani:

"La Bosnia in Toscana. Conoscere e prepararsi ad un viaggio nei Balcani"

che avrà luogo a Firenze a Casa Don Bosco (Via del Ghirlandaio) dal 23 al 25 luglio p.v.

 

Attraverso il racconto delle esperienze sul campo di altri giovani, testimonianze da Sarajevo e una mostra sulle mine antiuomo sarà possibile conoscere questa terra, le sue storie e le sue persone.

Qui il link dove poter scaricare il programma e potersi iscrivere.

 

 

 

Natale solidale con Caritas diocesana

Da anni esiste a Pescia una realtà solidale, nata da un progetto di Caritas diocesana, utile da conoscere da tutti coloro che, alla sfrenata corsa agli acquisti natalizi, preferiscono piccoli regali del cuore, solidali. Si tratta del laboratorio di inclusione“Madame Corbeille – mi riscatto cn lo scarto” che si trova in Via Giusti n° 44 a Pescia, proprio accanto alla Porta Fiorentina, aperto ogni martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30.

Le donne che qui si ritrovano e si dedicano all'attività manuale si sono specializzate in lavoro all’uncinetto, ferri, ricamo e cucito creativo: si sono specializzate nel settore baby (fiocchi nascita, copertine, cappellini e scarpette, maglioncini ecc) e nelle bomboniere solidali.

In questo momento si stanno anche dedicando all’oggettistica natalizia: piccoli oggetti artigianali come decorazioni che diventano regali di cuore. Chi volesse scegliere Madame Corbeille per un Natale solidale, può recarsi direttamente al laboratorio durante gli orari di apertura per commissionare i lavori o contattare la responsabile (preferibilmente attraverso WhatsApp) al 320-0174682.

Il 12 dicembre, inoltre, troveremo Madame Corbeille anche ad un’iniziativa organizzata dall’azienda agricola “Albero e foglia” presso l’Eremo di Sant’Anna, poco fuori il paese di Medicina (raggiungibile sia a piedi sia in auto su strada sterrata): qui sarà allestito un piccolo villaggio natalizio con casine di legno, una destinata proprio al laboratorio. Ci sarà un’esposizione di oggetti artigianali, verranno prese le commissioni e, chi vorrà, potrà partecipare a mini corsi per imparare a usare ferri e uncinetto. “In passato questi corsi venivano svolti regolarmente” ci racconta la responsabile “ma con la pandemia siamo stati costretti a sospendere. Questa esperienza all’aperto ci permette di riproporre anche questo tipo di attività, che consentiva alle nostre donne di trasformarsi in insegnanti, con grande beneficio per la loro autostima”.  

L’appello alla comunità è quello di sostenere questa realtà artigianale, per un Natale all’insegna della sobrietà e della solidarietà.

 

 

Servizio Civile Regionale: 5 posti in Caritas diocesana

Regione Toscana, nell'ambito del progetto GiovaniSì, ha aperto un bando di selezione per 1764 giovani da avviare al Servizio Civile Regionale.

Anche Caritas Diocesana Pescia partecipa al progetto, mettendo a disposizione 5 posti per ragazzi/e che intendano dedicare 8 mesi al servizio degli altri, in un percorso di crescita fatto di operatività e formazione. I selezionati ammessi al Servizio Civile Regionale hanno diritto ad un rimborso mensile di €433,80. 

Il progetto di Caritas Diocesana Pescia, dal titolo “Pescia accanto ai poveri”, prevede attività di supporto nei servizi diocesani di sostengo ai bisognosi (Mensa, Centri di Ascolto, doposcuola, attività di integrazione, percorsi di inclusione, distribuzione viveri e vestiario ecc…) e la partecipazione ad un percorso di formazione dedicato ai giovani, su tematiche che abbracciano il mondo del sociale.

Chi può presentare la domanda?

Possono presentare la propria candidatura i giovani che, alla data di presentazione della domanda, sono:

  • regolarmente residenti in Italia
  • in età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti)
  • inoccupati, inattivi o disoccupati.

Non possono presentare domanda coloro che abbiano già svolto o stiano svolgendo il servizio civile (regionale o nazionale) o che abbiano avuto nell'ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l'ente che realizza il progetto.

Come presentare la domanda

La domanda può essere presentata esclusivamente online fino al 27 ottobre 2017 sul sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC e deve essere corredata da curriculum vitae (datato e firmato in forma autografa).

Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il sito di GiovaniSìe quello di Giovani e Servizio di Caritas della Toscana, oppure di contattare il referente dell’area giovani, Antonino Ruggiero: Caritas Diocesana, infatti, come di consueto, è a disposizione per ogni chiarimento o approfondimento, anche in merito all’inserimento ed alla compilazione della domanda.

Info: 0572/477916 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.